News

New review on UndergroundZine Webzine



I Sardi Terrorway fin dal primo pezzo intitolato HER LAST BREATH vogliono mettere subito le cose in chiaro riguardo ciò che suonano, ossia Metal-core violento, grintoso, abbastanza eclettico e con una buona tecnica strumentale, dove tutti i singoli strumenti e voce compresa si ritagliano i loro momenti di gloria, fortunatamente la loro musica non è tutta uguale e scontata come altri gruppi che suonano lo stesso genere. L'opener appena citata è cattiva, ritmata sui mid-tempos che la rendono più pesante. ART OF DISCERNMENT è ancora più massacrante della precedente e si evidenziano maggiormente le doti tecniche dietro gli strumenti, gustosa la parte del basso stile prog death alla Cynic degli anni '90. Potentissimi e serrati i riff di chitarra e chirurgica la precisione della batteria, anche qui come la precedente c'è tempo per un breve ma goloso solo di chitarra, è proprio una canzone completa! Momenti più riflessivi aspettano a SURVIVALIST INSTINCT arricchita da un riff massiccio e complesso, buon arrangiamenti di basso ed una parte centrale eterea creata da fraseggi delicati di basso e un arpeggio dolce della chitarra, con sopra un cantato che sembra provenire da lontano. Anche qui le idee scelte dal gruppo rimangono azzeccatissime.

Questa volta più di tutti la mia attenzione è stata colta sui ritmi intrecciati e difficili del drumming, in più THREESHOLD OF PAIN rompe i toni placidi della precedente è parte scatenata in modo distruttivo verso l'ascoltatore, è suonata per mietere vittime!!Il finale toccherà a SUBSTANCE OF THE WAY, anch'essa viaggia su buoni livelli come le altre ma è quella che mi piaciuta meno, questa volta si possono sentire influenze provenienti dal Thrash Metal, la canzone è caratterizzata da buoni cambi di tempo e un buon lavoro dietro le pelli (specialmente il doppio pedale), stesso discorso per un leggero spazio lasciato la basso è per l'immancabile solo di chitarra. ma purtroppo ciò che ho sentito in precedenza l'hanno surclassata, forse perché i ragazzi mi avevano abituato troppo bene. Comunque penso che già abbiate capito la mia opinione su questa band, il loro Ep (che è il secondo lavoro) è una bomba, quindi attenzione a maneggiarlo!!

Comment


Return
May 17, 2011 Visits: 510